L’occasione delle prossime festività natalizie mi è gradita per rivolgere a tutto il movimento calcistico femminile un affettuoso pensiero ed un augurio affinché gli sforzi fin qui profusi possano regalarci una Stagione emozionante ed appassionante, come del resto è il nostro calcio, e come già abbiamo avuto modo di vedere in questi primi mesi.
E’ altresì un gradito obbligo porgere questi pensieri a tutte le strutture Federali, dirigenti, arbitri, collaboratori, dipendenti ed i nuovi Consiglieri di Dipartimento, scelti dalle Società tra le Società, di cui Sonia Pessotto del Real Meda è la nuova Coordinatrice. E’ bello il calcio femminile, semplicemente.
Il nostro è un calcio ‘altro’, e chiunque abbia avuto la possibilità di assistere ad una gara qualunque, nelle migliaia di impianti in Italia che, con umiltà e dedizione, le società mantengono, ne avrà avuta la prova. Il calcio femminile porta questa dimensione ad un livello ancora più alto. E’ un calcio moderno, al passo con i tempi, ma è anche un calcio dal sapore antico, fatto di sudore vero, vero impegno e vera passione. Un calcio che unisce, uno sport ancora incontaminato.
Tanta strada è stata percorsa, ma almeno altrettanta ne manca, sebbene il sentiero sia noto: la realtà che mi onoro di rappresentare, infatti, non è soltanto azione ed organizzazione, è anche e soprattutto storia. Conoscere un passato glorioso, averne assimilato le istanze aiuta a comprendere meglio l’oggi, porto ad esempio i Campionati, dei quali al termine di questa Stagione andrà a regime la riforma, che vedrà un 2018/2019 con Serie A e B a 12 Squadre ed un
raggruppamento Interregionale composto da 4 Gironi di almeno 10 Squadre. Un significativo cambiamento, un passo avanti che, ed era questo il nostro intendimento, tende la mano a quelle realtà che pur avendo numeri e capacità per cimentarsi in una competizione nazionale, non hanno ancora quella solidità per assimilarne oneri logistici ed economici.
In ambito comunicazionale, poi, il 2017 che ci apprestiamo a salutare è stato l’anno zero per il calcio femminile. Si è partiti con la diretta in streaming di una gara di Serie A ogni settimana, per arricchire l’offerta con l’ingresso di Rai tv, raddoppiando le opportunità “di vetrina” per il movimento tutto. I numeri ci danno ragione; l’aver scelto un mezzo moderno come lo streaming è risultato vincente. L’accoppiamento con la storica diretta televisiva su Rai Tv fa del calcio femminile un calcio immediatamente riconoscibile, dal sicuro appeal mediatico e dal concreto ritorno d’immagine. Unitamente quindi ai più sinceri auguri di un sereno Natale 2017 ed un felice anno nuovo 2018, che porgo a titolo personale ed a nome dell’intero Dipartimento Calcio Femminile, il mio messaggio è che oggi più che mai la passione e la determinazione possono trasformare un’idea in una grande avventura: quella di cui siamo protagonisti insieme.

Sandro Morgana